Certificatori energetici Regione Lombardia

1

Compila il form
per richiedere il preventivo

In questo modo potremo mostrarti il preventivo per la redazione dell'APE

2

Ricevi la visita
del certificatore a casa

Il sopralluogo è obbligatorio. I nostri tecnici sono professionisti abilitati

3

Noi registriamo
l'APE alla Regione

In tempi brevi elaboriamo il documento e lo registriamo alla Regione

4

Infine spediremo l'APE
e la fattura al tuo domicilio

Concludi il procedimento in tempi brevi e con costi certi

 

APE in Lombardia: Riferimenti Legislativi

In materia di Certificazione Energetica la Regione Lombardia è stata la prima regione italiana ad emanare proprie leggi per l’attuazione della certificazione energetica sul proprio territorio recependo in modo autonomo la Direttiva 2002/92/CE, nel rispetto dei vincoli derivanti dall’ordinamento comunitario e dei principi generali contenuti nella normativa nazionale di attuazione (D.lgs. 192/2005 e successive modifiche ed integrazioni). Essa ha legiferato nel rispetto della legalità ossia negli ambiti di competenza regionale in materia, vale a dire sulla determinazione delle fattispecie per le quali sorge l’obbligo della certificazione energetica (e correlate esclusioni), sull’individuazione dei soggetti abilitati alla redazione e al rilascio dell’attestato di certificazione energetica e sulla determinazione dei requisiti di forma e contenuto dello stesso.
La disciplina complessiva è contenuta nella Deliberazione di Giunta regionale 26 giugno 2007, n. VIII/5018 e s.m.i. recante “Determinazioni inerenti la certificazione energetica degli edifici, in attuazione del D.Lgs. 192/2005 e degli art. 9 e 25 della L.R. 24/2006”.

Obbligo APE

In Lombardia è prevista la redazione dell’APE nei seguenti casi:
• nuova costruzione (certificazione edificio intero)
• ristrutturazione (certificazione edificio intero)
• ampliamento volumetrico (certificazione parziale o edificio intero)
• richiesta incentivi (certificazione parziale o edificio intero)
• edilizia pubblica
• compravendita (anche singole unità immobiliari)
• locazione (anche singole unità immobiliari) e affitto
• accesso agli incentivi ed alle agevolazioni di qualsiasi natura
• contratti "Servizio Energia" o "Servizio Energia Plus" (anche singole unità immobiliari) • dal 1° gennaio 2012 pubblicazione di annunci commerciali finalizzati alla vendita o alla
locazione di edifici (D.G. R. del 24 novembre 2011, n. IX/2555).

Esclusioni

La normativa regionale ex D.G.R. n. VIII/5018 ha previsto anche i casi di esonero dagli obblighi di certificazione tra cui rientrano quelli degli edifici non dotati di impianto di riscaldamento (box, cantine, locali adibiti a deposito etc.).

Elenco regionale soggetti abilitati

La Lombardia è tra le regioni che hanno istituito un elenco regionale dei certificatori al fine di assicurare la qualificazione e l’indipendenza degli esperti a cui affidare la certificazione energetica degli edifici; essa detiene al riguardo il primato con 15.500 soggetti iscritti e accreditati presso il Cestec S.p.A. (Organismo regionale di accreditamento). Per svolgere l’attività di certificatore in Lombardia, oltre al possesso dei requisiti minimi (titoli di studio), sono stati introdotti requisiti aggiuntivi in modo da offrire ulteriori garanzie sull’attendibilità dell’attestato di certificazione energetica. In questa prospettiva s’inserisce la necessità di un’adeguata competenza, comprovata dalla frequenza a specifici corsi di formazione con esame finale. La Lombardia ha inoltre stabilito accordi con altre regioni per il mutuo riconoscimento dei certificatori accreditati. Non è previsto invece, come in quasi tutte le regioni, il vincolo dell’iscrizione all’Albo o Collegio professionale di riferimento.

Attestato di Certificazione Energetica

La Lombardia è una delle poche regioni italiane ad aver adottato un modello personalizzato di APE, ottenuto dalla piattaforma web gestita dall’Organismo regionale di abilitazione, in luogo del  modello previsto dalle Linee guida nazionali di cui al D.M. 26/06/2009.
Gli indicatori energetici previsti nell’APE riguardano non solo il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria, come nella maggior parte delle regioni, ma anche la climatizzazione estiva e l’uso di fonti energetiche rinnovabili.
Circa la procedura di calcolo utilizzata per la valutazione degli indicatori energetici è la prima Regione ad aver adottato con Delibera di G.R. VIII/3938 del 27/12/2006 una propria metodologia; essa, pertanto, non utilizza ancora le norme nazionali del pacchetto UNI/TS 11300, sebbene abbia previsto la possibilità di modificare e integrare la procedura adottata in funzione dell’evoluzione del quadro normativo nazionale in materia. Attualmente mentre le Linee guida nazionali prevedono l’utilizzo di procedure di calcolo semplificato e la possibilità di “autocertificare”, in Lombardia la metodologia è diversa e l’autodichiarazione con cui il proprietario dichiara la classe energetica G dell’immobile non sostituisce l’attestato di certificazione energetica previsto dalla Regione.

SISTEMA INFORMATIVO PER LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI
Il Cened (Certificazione Energetica degli EDifici) è il software elaborato da Cestec S.p.A. per calcolare e quantificare i consumi energetici dell’edificio soggetto a certificazione.

CATASTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI DELLA REGIONE LOMBARDIA
La Lombardia è tra le cinque regioni in Italia ad aver costituito un catasto energetico regionale la cui realizzazione e gestione compete all’Organismo regionale di accreditamento. Le informazioni contenute nel catasto sono rese disponibili a tutti gli Enti pubblici che ne fanno richiesta alla struttura regionale competente.

Controlli e sanzioni

La Regione Lombardia è “apripista” anche in tale ambito essendo una delle poche ad aver previsto ed avviato in via sperimentale un sistema di verifiche, controlli e sanzioni degli attestati di certificazione energetica in modo da dare certezza e credibilità all’intero sistema “certificazione energetica”. Da un lato si tratta dei controlli che Cestec S.p.A. è tenuta ad effettuare sugli attestati di certificazione inseriti nel Catasto energetico, con conseguente inefficacia e cancellazione dal catasto stesso dell’APE redatto in modo non conforme alle disposizioni legislative in materia; dall’altro ci si riferisce all’obbligo disposto con D.G.R. 24/11/2011 n.IX/2555 di indicare l’indice di prestazione energetica e la relativa classe in tutti gli annunci che riguardino la vendita o la locazione di edifici.

La L.R. n. 24 del 11/12/2006 e s.m.i. prevede la competenza in capo all’Organismo regionale di accreditamento Cestec S.p.A. anche in tema di irrogazione delle sanzioni a carico del Soggetto certificatore, dell’alienante a titolo oneroso e del locatore che dovessero violare le disposizioni regionali in materia di certificazione energetica degli edifici.

Perchè sceglierci

Siamo una società d'ingegneria e costruzione esperti in edilizia, ristrutturazioni, efficienza energetica.

Il prezzo è sempre tutto compreso senza aggiunte o sorprese (sopralluogo, IVA, imposte regionali, spedizione).

Eseguiamo il sopralluogo tecnico obbligatorio per legge.

Le recensioni dei nostri clienti

Il nostro servizio è rapido, organizzato ed efficace, senza intermediari o agenzie. I nostri tecnici abilitati sono presenti nelle principali località italiane, aggiornati alle nuove norme e in regola con le abilitazioni regionali. Leggi le recensioni dei nostri clienti.

Principali informazioni sull'APE

L'Attestato di Prestazione Energetica è obbligatorio per vendita ed affitto di unità immobiliari, va redatto da un certificatore energetico abilitato e consegnato alla Regione.

Le sanzioni per inadempienza dall'obbligo comporta sanzioni elevate fino a 18000 euro che vengono contestate dalla Guardia di Finanza o dall'Agenzia delle Entrate.

La validità dell'APE è di 10 anni solo viene verificata la regolarità dell'impianto termico.